Cerimonia conclusiva della Academy CALL 2023/4

per Imprese Innovative ed Economie Abitanti

012academy Call Imprese abitanti logo-2

o

In 2 anni oltre 250 progetti candidati
da 10 regioni d'Italia di cui 50 sono divenute nuove imprese di comunità

ASviS_logo_CMYK-1-1024x512
Riconosciuta da ASVIS come Buona Prassi Nazionale di Sviluppo Sostenibile

La 012 Academy Call Nazionale 2023/24 si è ufficialmente conclusa nella giornata del 29 febbraio con una grande Cerimonia di Premiazione dei partecipanti che sono arrivati al termine del percorso di formazione allo sviluppo di Economie di Comunità nelle aree fragili del nostro paese, offerto da Appenninol’Hub e 012Factory.

Dal percorso sono emersi team di giovani e appassionati, imprenditori arricchiti da un ventaglio di competenze chiave e trasversali, irrobustiti da maggiore fiducia per sé stessi e per i propri progetti e realizzati dall’aver vinto la sfida di contribuire allo sviluppo sostenibile dei propri territori.

Il successo lo hanno trovato alimentando la loro volontà di promuovere un cambiamento collettivo senza lasciarsi ostacolare dalle numerose difficoltà che questo richiede; lo hanno trovato, cioè, credendo profondamente nel valore della persona come principio generativo delle proprie imprese e come motore propulsivo per costruire attorno ad esse un habitat sostenibile nel tempo.

Il focus sulla persona è proprio ciò che coniuga i progetti realizzati grazie all’Accademy con i principi che orientano le proposte di Appenninol’Hub. La giornata del 29 febbraio è stata pensata con lo scopo di dare risonanza alle neo-imprese finaliste che testimoniano l’efficacia del principio per cui la persona viene ancora prima dell’impresa, e che quest’ordine di priorità genera progetti di successo e durevoli nel tempo.

60 formatori e speaker, oltre 300 ore di formazione per un valore trasferito alle startup pari a 25.000€

Andrea Zanzini - Project Leader Appenninol'Hub

Giovanni Teneggi - Confcooperative

Ernesto Sirolli - Sirolli Institute

I progetti selezionati nella 2° edizione!

L’Hotel Oxygen di Viserbella si è trasformato in un palcoscenico esperienziale sul quale i 7 team finalisti si sono esibiti presentando le proprie idee imprenditoriali in forma di pitch, con un solo vincolo – una durata massima di 5 minuti a esibizione – ma con tutte libertà creative per raccontare il proprio progetto d’impresa ad una vasta platea composta da rappresentanti di enti, imprenditori locali e partner del progetto Appenninol’Hub. Al pubblico è stato assegnato un compito importante, quello di calarsi nei panni di una giuria e valutare, con l’accezione del gioco più che della competizione, i progetti d’impresa nati con la missione di generare valore sociale ed economico nelle Aree Interne d’Italia attraverso il coinvolgimento delle comunità locali, l’ingrediente principale per lo sviluppo e la rigenerazione di territori fragili. 

Le startup ‘comunitarie’ sono state quindi valutate sulla base di tre criteri fondamentali: l’originalità e l’innovatività dell’approccio utilizzato (idea), la qualità di esecuzione del progetto rispetto alla capacità di creare collaborazioni con gli attori territoriali e alla sostenibilità economica del modello di business proposto (action) e la capacità di generare impatto sulla comunità, sull’ambiente e sulla cultura (impatto).

Tra i progetti presentati, tre di questi si sono distinti per la compiutezza del loro stato dell’arte: “Diffonde”, che nelle Marche si occupa di favorire l’inclusione sociale e lavorativa di ogni persona con disabilità, “Start-working Pontremoli”, che in Toscana, attraverso la relazione tra comunità residente e lavoratori di passaggio, opera per contrastare lo spopolamento delle aree rurali della Lunigiana e “M’arrancio” in Campania, il progetto che con le arance amare è riuscito ad avviare importanti collaborazioni con il comune di Caserta finalizzate alla rigenerazione urbana e all’organizzazione di eventi culturali e sociali. 

Ai vincitori è stato destinato un premio tripartito del valore di 10.000 euro in servizi e consulenza per continuare a usufruire del supporto e dei servizi di Appenninol’Hub durante le tappe future che vedranno i progetti crescere e continuare a favorire lo sviluppo e il dinamismo dei territori in cui si radicano.

Progetto “Gens Dianae” – Diana Consolo

Progetto per la nascita di una Cooperativa di Comunità nel territorio dei Castelli Romani

Progetto “La Casa di Tara” – Elisabetta Confaloni

Hub formativo in cui far coincidere una location (Foresteria/Sala eventi) sull’Appennino e una piattaforma virtuale per Formazione e pratiche culturali qualificate

Persona, Comunità e Capitale Umano al centro di processi di sviluppo e innovazione

La cerimonia di premiazione si è svolta nell’ambito di un evento dedicato ad una riflessione partecipata sul tema dell’Impresa di Comunità in Italia e nel Mondo, organizzato in collaborazione con la Cooperativa di Comunità PIXEL e guidata da due dei più grandi esperti del tema in ambito nazionale e globale, Giovanni Teneggi ed Ernesto Sirolli.

L’evento è stato pensato nell’ottica di generare un processo di contaminazione di idee tra i metodi e le testimonianze degli esperti dello sviluppo di comunità e le idee progettuali delle Imprese Abitanti che i giovani partecipanti dell’Academy sono riusciti a trasformare – durante il corso dell’ultimo anno – in progetti viventi grazie ai moduli e alle attività di formazione e accompagnamento proposti dal percorso.

il programma completo delle due giornate >>

Nell’intervista doppia qui a fianco i nostri compagni di viaggio rispondono alle domande suggerite dai partecipanti lasciandoci un prezioso confronto a distanza su metodi, strumenti e profili delle figure necessarie ed utili nei processi di sostegno allo sviluppo di imprese di Comunità.

Imprese di Persone e di Sènso

Con la nostra attività cerchiamo di costruire strumenti per accompagnare e facilitare la creazione di imprese in territori fragili, marginali, frammentati e per favorire la creazione di Comunità partecipi e creatrici dei propri territori, coese e generative di buoni esempi da poter diffondere ovunque ce ne sia bisogno.

Tutto questo può avvenire rivolgendo l’attenzione, in primo luogo, al benessere, alle capacità e alle competenze delle Persone, e solo dopo ai progetti d’impresa.

Un percorso che non segua quest’ordine ha meno efficacia e rischia di costruirsi su fondamenta fragili e destinate ad esaurirsi nel breve tempo.

...dalla Call ideiamo nuovi servizi per l'imprenditoria e l'innovazione sociale

L’esperienza che abbiamo fatto durante questi anni ci ha consentito di mettere a punto un servizio ad hoc costruito per agevolare il superamento delle fragilità economiche ed organizzative tipiche di imprese ed enti del terzo settore, incentrato sull’affiancamento temporaneo di una figura specializzata al management dell’organizzazione che ne richiede il sostegno.

Il Temporary Manager per l’Imprenditoria Sociale vuole essere un servizio basato sulla persona ma fondato sull’applicazione di un approccio scientifico e specialistico per aiutare persone e imprese in molteplici settori attraverso un’ampia serie di servizi. Se volete scoprire nel dettaglio di cosa si tratta e verificarne le novità leggete tutti i contenuti della pagina:

https://www.appenninohub.it/consulenza-organizzativa-terzo-settore-cooperative-temporary-manager/

Iscriviti all'edizione 2024-5

Non perdere tempo, iscriviti subito alla prossima edizione della Academy Call per Imprese abitanti e Innovative

Il workshop
"Persona, Comunità e Capitale Umano"
e la Cerimonia di Premiazione
della 012 Academy/Call Economie Abitanti

il video completo

© 2023 All rights reserved

Privacy Policy